404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Yattaman / Yattaman - Il film (2009)

Yattaman / Yattaman - Il film (2009)

Tuesday, 25 January 2011 05:02 Stefano Locati Film - Giappone
Print

yattaman_0aMemore delle fortunate incursioni nel cinema fantastico per l'infanzia con The Great Yokai War (2005) e soprattutto Zebraman (2004), Miike si getta con la solita furia inventiva sulla trasposizione live action di una serie animata di culto della Tatsunoko Productions.

Il cartone animato, andato in onda per la prima volta in Giappone nel 1977, e arrivato da noi nel 1983, fa parte della serie Time Bokan, dal nome del capostipite del 1975, che vergò le regole per tutte le successive invenzioni. Alla base c'è un universo strampalato e ipertrofico, un po' fantascienza un po' paese delle meraviglie, in cui coppie di giovani lottano nei modi più assurdi contro il male, impersonato di solito da un trio di squinternati e smidollati lestofanti. Yattaman non fa eccezione: due giovani meccanici, Gan-chan e la sua ragazza Ai-chan (Janet nella versione italiana), costruiscono fantasmagorici robot nella loro officina. A tempo perso sono anche impegnati a salvare il mondo dal micidiale trio Drombo - composto dalla sensuale Miss Dronio e dagli ingenui lacchè Boyakki e Tonzula. In ballo c'è il possesso della misteriosa pietra Dokrostone, in grado di regalare poteri immensi a chi la impugna.
Miike sfrutta il suo estro visivo per un film colorato, stralunato, deliziosamente eccessivo, che riesce con semplicità a cogliere lo spirito fervente e caustico della serie originale, aggiungendo una necessaria coerenza di fondo. Un maestoso fumetto in carne e ossa pieno di gadget, costruzioni, esplosioni, preda di uno spirito del kawaii deviato tra il fetish e la regressione all'infanzia. Il rischio era che il gioco si trasformasse in un (gran) divertimento per soli iniziati, con citazioni e rimandi che solo i più preparati, o nostalgici, sarebbero stati in grado di cogliere appieno. Ma la piacevole sorpresa, un po' come per il Cutie Honey di Anno Hideaki (2004), è che lo spettacolo riesce a rimanere indipendente, smarcandosi dal recinto degli otaku più intransigenti. Un tripudio visuale, fortunatamente distribuito in Italia da Officine Ubu. Sarebbe un peccato non goderselo al cinema - non c'è neanche la scusa che sia solo in lingua originale con sottotitoli.

 


paese: Giappone
anno: 2009
regia: Miike Takashi
sceneggiatura: Sogo Masashi
attori: Sakurai Shō (Gan-chan), Fukuda Saki (Ai-chan/Janet), Fukada Kyoko (Miss Dronio), Kobayashi Kendo (Tonzula), Namase Katsuhisa (Boyakki), Okamoto Anri (Shoko)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook