404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Beck (2010)

Beck (2010)

Tuesday, 29 March 2011 00:40 Stefano Locati Film - Giappone
Print

beck_0Trasposizione live action di un manga di Harold Sakuishi a consolidamento del successo della serie animata del 2004. Storia di crescita e teen angst dalle cadenze rock diretta da Tsutsumi Yukihiko, reduce dall'ottimo riscontro per la trilogia di Twentieth Century Boys (2008-9), sempre tratta da un fumetto.

Tanaka Yukio, soprannominato Koyuki, è un liceale qualunque, con sogni e aspirazioni che paiono non riuscire a concretizzarsi. Almeno fino al suo incontro con Minami Ryusuke, chitarrista prodigioso di ritorno da New York. Il ragazzo è alla ricerca di musicisti di talento per assemblare "la più grande band di tutti i tempi". Koyuki salva il cane di Ryusuke, Beck, da un incidente; per sdebitarsi lui gli presta una vecchia chitarra, e questo segna l'approfondirsi della passione di Koyuki per la musica. Mentre Ryusuke prosegue le prove con il gruppo appena formato, Koyuki cerca di migliorare le sue qualità: l'unica ad accorgersi delle sue potenzialità sembra essere Maho, sorella minore di Ryusuke, di cui ovviamente si innamora. Il nuovo rapporto di amicizia si incrina però quando dei bulli distruggono la chitarra di Ryusuke.
La fascinazione per la libertà formale e passionale rappresentata dalla musica - nelle sue contaminazioni rock, punk o metal - segue da vicino l'ultimo cinema giapponese, forse in cerca di modelli alternativi rispetto ai valori tradizionali, o come integrazione distensiva, da Iden & Tity (2003) e Linda Linda Linda (2005) a Detroit Metal City (2008), da Shonen Merikensack (2008) e Fish Story (2009) a Bandage (2010). Beck non si discosta dalla funzione motivazionale del sottogenere, fornendo la giusta dose di ostacoli, avversità del destino e grandi slanci emotivi, fino a tessere il messaggio positivo che con impegno e sudore qualsiasi ostacolo può essere superato. I personaggi sono sufficientemente tratteggiati, pur rimanendo in ambito mitologico, figure archetipiche cui ispirarsi (il chitarrista cool, il rapper irascibile, e così via), tanto da creare un semplice legame empatico con lo spettatore in target d'età. Il problema deriva dalla costruzione eccessivamente enfatica dell'intreccio, che soprattutto nella seconda parte accumula troppi punti di rottura, annullandoli vicendevolmente nel prolungato concerto finale. Tsutsumi cede al fascino della ribalta, quella spinta a stupire che contagia una volta saliti sul palco, e finisce per sfilacciare il montaggio pur di concedere spazio ai singoli rivoli caratteriali. Beck è così paradossalmente un ottimo film sull'adolescenza sfibrato dal filtro nostalgico che tende a ingigantire i ricordi, perdendo quella freschezza sfrontata e diretta cui avrebbe potuto ambire. Canzoni d'apertura e chiusura affidate a nomi riconoscibili come Red Hot Chili Peppers (Around the World) e Oasis (Don't Look Back in Anger).


paese: Giappone
anno: 2010
regia: Tsutsumi Yukihiko
sceneggiatura: Oishi Tetsuya
attori: Sato Takeru (Tanaka Yukio/Koyuki), Mizushima Hiro (Minami Ryusuke), Kutsuna Shiori (Minami Maho), Kiritani Kenta (Chiba), Nakamura Aoi (Saku), Mukai Osamu (Taira), Furukawa Yuta, Kawano Naoki, Kurauchi Sari



Dim lights Embed Embed this video on your site

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook