404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Mitsuko Delivers (2011)

Mitsuko Delivers (2011)

Wednesday, 29 February 2012 18:49 Stefano Locati Film - Giappone
Print

mitsuko_delivers_0Una commedia stralunata che inneggia all'unità fraterna e disinteressata in risposta alle avversità economiche e del destino, inseguendo una società altra nell'immediato, in parallelo alla società ufficiale del capitale e dell'individualismo. Ishii Yuya prosegue la sua indagine nostalgica e insieme dadaista del Giappone contemporaneo: dai tempi di Bare-Assed Japan (2005) e Girl Sparks (2007) ha irrobustito le qualità narrative, ma riesce a conservare quell'urgenza fuori dagli schemi nello stravolgere la compattezza formale del paese in un ritratto corale di personaggi naif, strambi, un po' ottusi, ripartendo dai riconoscimenti per il precedente Sawako Decides (2010) verso nuovi orizzonti.

Mitsuko è una ventiquattrenne al nono mese di gravidanza. Senza un soldo e abbandonata dal ragazzo, un afroamericano, sceglie di tornare nel piccolo quartiere per diseredati dove quindici anni prima si era rifugiata insieme ai genitori, proprietari di una sala di pachinko fallita. Qui ritrova la vecchia tenutaria che li aveva ospitati, ormai costretta a letto dalla vecchiaia, e i gestori di un piccolo ristorante, padre e figlio, il primo invaghito della proprietaria di un bar cui non ha il coraggio di dichiararsi, il secondo ancora innamorato di Mitsuko, nonostante tutti gli anni trascorsi. La ragazza riporta vita e speranza nel quartiere, rianimandolo e spendendosi per gli altri fino praticamente alle doglie.
Inserendosi nel filone di quella comicità tipicamente giapponese che flirta con l'assurdo, con situazioni esasperate calate in un contesto in apparenza ordinario e quotidiano, Ishii offre un ulteriore ritratto di donna forte, ingenua ma salda nei suoi principi, impenetrabile a qualsiasi razionalizzazione logica, alla ricerca di quell'essenza che renda realmente giapponesi, e in ultima istanza umani, ovvero quel senso di comunanza in grado di distinguere tra ciò che è giusto e sbagliato. Con un'attenzione insolita al dialogo tra generazioni (qui almeno tre: il ricordo della tenutaria per il ragazzo morto durante la guerra, i sogni infranti dei genitori, il presente di Mitsuko), elemento presente fin dagli esordi, Ishii lega la crisi delle economie asiatiche di fine anni '90 con quella globale presente. Mitsuko Delivers, pur a tratti esagerando nel dilatare i tempi comici e nel protrarre situazioni volutamente ambigue, riesce a raccontare la disperazione in filigrana, con il sorriso perennemente sulle labbra, unendo slapstick e macabro, tragicommedia e senso di attesa per un futuro incerto, ma che vale la pena affrontare. Perché, come viene detto nel film, "quando soffia il vento, lasciati trasportare"; i risultati possono essere inaspettati.


paese: Giappone
anno: 2011
regia: Ishii Yuya
sceneggiatura: Ishii Yuya
attori: Naka Riisa (Mitsuko), Nakamura Aoi (Yoichi), Ishibashi Ryo (Jiro), Saito Keiko, Inagawa Miyoko



Dim lights Embed Embed this video on your site

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook