404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Fumetti
Fumetti

IN PRIGIONE (2000)

in_prigioneHanawa Kazuichi, classe 1942, attivo sin dagli anni '70 con storie macabre e spietate appartenenti al genere eroguro, è stato arrestato nel 1994 per possesso illegale di armi da fuoco: dopo un dibattuto processo, gli è stata comminata una pena esemplare, per lo stupore dei suoi stessi avvocati, a tre anni di carcere. In prigione (Keimusho no naka) è la minuziosa cronaca della vita nelle carceri giapponesi, tra ritualità maniacali, piccoli svaghi e sogni quotidiani. Uscito nel 2000, è stato seguito nel 2002 da Prima della prigione (sempre edito da Coconino in Italia), in cui racconta di come la fascinazione per i modellini di pistole lo abbia condotto a infrangere la legge.

 

QUINTA CAMERA, LA (2003)

quinta_cameraEsordio di Ono Natsume, mangaka nata nel 1977, con un fumetto presentato via web nel 2003 e successivamente pubblicato da Shogakukan. Si tratta di un volume autoconclusivo, formato da diversi racconti intrecciati, ambientato in una cittadina italiana. Protagonisti sono quattro italiani di diversa estrazione e carattere che coabitano in un grande appartamento la cui quinta stanza, vuota, viene di volta in volta affittata a inquilini temporanei. Un fumetto semplice e idilliaco, che estromette qualsiasi asperità in funzione di una visione sognante della vita.

 

UOMO CHE CAMMINA, L' (1992)

uomo_che_cammina_taniguchiRiedizione approntata per la Taniguchi Collection della collana Planet Manga di una delle opere più conosciute di Taniguchi Jiro, che illustra con un tratto realistico e dettagliato diciassette camminate nella magia del quotidiano che ci circonda. L'uomo che cammina è teso infatti a cogliere la semplice sensazione di meraviglia e candore nelle vicende minime che chiunque può vivere, a patto di sapersi aprire all'osservazione delle piccole cose che nella disordinata fretta propria di chi è affaccendato , o crede di esserlo, sovente sfuggono.

 

LOVE MY LIFE (2001)

love_my_life_mangaLa galassia queer giapponese narrata attraverso lo sguardo dolce e innocente di Ichiko, una ragazzina che fa il suo ingresso nel mondo degli adulti come rielaborazione della perdita della madre e del suo rapporto con la fidanzata Eri. A Yamaji Ebine, mangaka attiva dal 1996, non interessa la grancassa della denuncia frontale, ma la rappresentazione partecipata del piacere della scoperta di sé. In Love My Life, la sua opera più conosciuta, non ci sono grandi conflitti o tragedie, non esiste un destino avverso e monumentale contro cui il singolo deve scontrarsi per costituire la propria identità, c'è piuttosto una insondabile lotta quotidiana che si svolge nei piccoli dettagli, in quel percorso minimale, eppure fondamentale, che passa dalla paura alla felicità per quello che si è - qualsiasi cosa sia, nella piena accettazione della propria sessualità.

 

ULTIMI RAGGI DI LUNA (1998)

ultimi_raggi_di_lunaUltimi raggi di luna di Yazawa Ai è un shojo manga dai toni sopranaturali diviso in tre volumi. È stato pubblicato in Giappone tra il 1998 e il 1999 sulla rivista Ribon, con il titolo Kagen no tsuki, della casa editrice Shueisha. Da esso è stato anche tratto un film tv nel 2004.

 

SHIBUYA LOVE HOTEL (2003)

shibuya_love_hotelUno dei quartieri di Tokyo più alla moda è certamente Shibuya, con i suoi megaschermi luminosi e i più moderni negozi sempre affollati. Fonte anche di grandi contraddizioni, Shibuya, tra le sue grandi arterie principali, nasconde moltissime stradine secondarie che, non di rado, sfuggono a una vista poco attenta. È lì che si nascondono i Love Hotel.

 

COOL PINE (2002)

cool_pineRika è una ragazza silenziosa e indecisa che un giorno si scopre attratta da Satoshi, ragazzo affascinante, ma egoista, interessato solo alle sue passioni. Rika diventa succube di un rapporto capriccioso, ondivago, che alterna slanci empatici di sesso e litigate furiose, che la lasciano vuota ed esposta ai ricatti emotivi. Un josei manga laconico, che punta sui silenzi e sul non detto nel costruire le complicate geometrie del sentire di una giovane come tante, specchio di una società disgregata sotto la sua facciata di unità e cooperazione.

 

C'ERA UNA VOLTA IN GIAPPONE (1998)

cera_una_volta_giappone_wataseC’era una volta in Giappone (in originale Appare Jipangu) è un manga in tre volumi realizzato da Watase Yuu, già autrice del più famoso Fushigi Yuugi. La storia è abbastanza semplice e ha come protagonista Yusura, una ragazza dai modi mascolini di 15 anni che vive in un'ambientazione storica surreale e bizzarra che prende spunto dall’epoca Edo. La protagonista, abbandonata in fasce dai genitori, ha la missione di “mitigare la tristezza” altrui grazie all’uso del suo leggendario bastone Kongomaru. Compagni d’avventura sono l’assistente Minekichi e un affascinante samurai di nome Samon. Contemporaneamente alle sue missioni, Yusura inizierà anche la ricerca per rintracciare la sua vera famiglia.

 

AKAME - THE RED EYES (1961)

akame_red_eyesShirato Sanpei è noto in Italia soprattutto per le serie animate ispirate a suoi manga, L'invincibile ninja Kamui (1969) e Sasuke il piccolo ninja (1968), arrivate da noi negli anni '80, nonché per essere l'autore da cui Oshima Nagisa ha tratto il seminale Band of Ninja/Cronache delle imprese dei ninja (Ninja bugei-cho, 1967). Questo manga in un unico volume, uscito originariamente nel 1961 in due parti, e qui tradotto basandosi sulla riedizione del 1998, è ancora una volta un affresco storico ambientato nel Giappone feudale del XVI secolo.

 

DENSHA OTOKO - IL RAGAZZO DEL METRÒ (2005)

ragazzo_del_metroDensha Otoko - Il ragazzo del metrò è una storia molto singolare e, nel panorama delle pubblicazioni manga, è un caso più unico che raro. Nel marzo del 2004, un utente che si definisce un otaku scrive su un forum di single lasciando un post che racconta il bizzarro episodio appena avvenuto sulla metropolitana.

 


Page 2 of 2
Share on facebook