404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home

Ultimi aggiornamenti

Mr. Zhu's Summer (2017)

Mr. Zhu's Summer (2017)Zhu, uno scombinato insegnante calvo in una scuola elementare della profonda provincia cinese, è alle prese con una crisi esistenziale e lavorativa. Da una parte gli sembra che nessuno apprezzi il suo impegno, lo guardano tutti con la simpatia riservata ai casi umani. Dall'altra due suoi studenti, il recalictrante Cavalletta e il cicciottello King Kong, si mettono di impegno per combinare un guaio dopo l'altro. Zhu è sostenuto da una fidanzata che “crede nelle sue potenzialità”, nonostante tutto, e da un dubbio anchorman televisivo, ma il suo atteggiamento ottuso e intransigente rischia di compromettere il quadro.

 

City of Betrayal, The (2016)

The City of Betrayal (2016)Regista teatrale e sperimentatore, Miura Daisuke ha raccontato storie di perdenti, come in Boys on the Run (2010), tratto da un manga, e di interrelazioni sessuali, come in Love's Whirlpool (2014) e nella sceneggiatura di Be My Baby (One Hitoshi, 2012), entrambi tratti da sue opere teatrali. In The City of Betrayal, sempre ispirato a un suo testo teatrale, unisce i due filoni raccontando degli incontri fedifraghi di due scombinati losers agli antipodi – Yuichi, un giovane freeter svogliato, e Tomoko, una casalinga annoiata.

 

Far East Film 19: prime anticipazioni

Far East Film Festival 19Prime anticipazioni sulla line up del Far East Film Festival 2017, che si svolgerà dal 21 al 29 aprile a Udine. La 19ma edizione del più grande festival europeo dedicato al cinema popolare est asiatico, che vedrà una retrospettiva omaggio al cinema di Hong Kong, con il restauro in 4K di Made in Hong Kong, ha svelato infatti i primi titoli tra i nuovi film.

 

Animayo Barcellona 2017

Animayo BarcelonaAnimayo è  una rassegna che punta più agli incontri, alle master class e ai laboratori che alle proiezioni. E infatti la sua denominazione ufficiale è Summit, Conference and International Film Festival of Animation, Visual Effects and Videogames. Quindi incontri e conferenze, con una edizione principale nel mese di maggio a Gran Canaria, e una serie di edizioni complementari in diverse località di prestigio (Los Angeles, Madrid, Barcellona, Lanzarote, Lisbona e Mumbai).

 

Spettacolo Diario di un pazzo da Lu Xun a Napoli

Diario di un pazzoDomenica 19 febbraio alle ore 18:00 presso il Teatro Il Primo, in viale del Capricorno 4 a Napoli, sarà presentato lo spettacolo-reading Diario di un pazzo, tratta da uno dei capolavori di Lu Xun, parte della rassegna Ad est del mondo: teatri e storie da orizzonti vicini. La regia è di Armando Rotondi e Vincenzo Liguori, quest'ultimo anche protagonista sulla scena. Tramite il diario che il protagonista redige meticolosamente, vengono rivelate le sue paranoie. Dagli sguardi di disapprovazione della gente  deduce  che  il mondo stia complottando contro di lui, e arriva a questa conclusione anche attraverso particolari alterati per colpa della sua malattia. Il pazzo crea nella sua mente una rete di collegamenti che lo portano a scoprire un complotto immaginario: "Tutti vogliono carne umana e tutti temono al tempo stesso di  essere divorati dagli altri". Una metafora con cui Lu Xun vuole denunciare i valori fittizi della società del suo tempo.

 

I migliori film est asiatici del 2016

The Wailing di Na Hong-jin (Corea del Sud, 2016)Ecco una classifica dei più interessanti film di provenienza est asiatica del 2016, scelti dalla squadra di Asiaexpress. Tra le scelte, ritornano alcuni registi (ad esempio Sono Sion, Na Hong-jin, Johnnie To), ma per dare uno spettro più ampio, abbiamo deciso di lasciare le classifiche dei singoli collaboratori. Buone visioni, anche per il 2017!

 

Survival Family (2017)

Survival Family (2017)Buio in sala, buio sul grande schermo. È iniziata con un grande e metaforico cortocircuito la premiere europea di Survival Family, l'atteso disaster movie, in salsa comica, diretto da Yaguchi Shinobu, cineasta giapponese specializzato nel filone Zero-Hero, dedicato alle storie di personaggi ordinari che, dopo il superamento di una serie di ostacoli e peripezie, riescono a raggiungere il successo o la realizzazione personale, il cui modello è Waterboys (2001). Il suo nuovo e tredicesimo film si ricollega, per certi versi, alle tematiche dei precedenti Robo-G (2012) e Wood Job (2014) unendo alle caratteristiche narrative tipiche del cinema di viaggio le tematiche sull’abuso tecnologico e sul valore della natura.

 

Casa Asia Film Festival di Barcellona 2016

Casa Asia Film Festival 2016Ci sono voluti un paio di mesi per metabolizzare l’enorme programmazione del Casa Asia Film Festival di Barcellona dello scorso novembre 2016. Per scrivere un report completo della kermesse sarebbero necessarie pagine e pagine di commento – quasi un secondo catalogo, se non più lungo – per una delle migliori rassegne di cinema asiatico che abbia potuto vedere in anni, organizzata da Casa Asia sotto la direzione artistica di Menene Gras Balaguer.

 

Intervista a Mattie Do

Mattie DoMattie Do, cineasta laotiana, è una persona simpatica, affabile, disponibile, con un grande entusiasmo e passione. L'abbiamo incontrata nel ristorante-pub (in realtà una cañateca, come si può leggere sotto l’insegna) del Cinema Prado in occasione del Festival Internazionale del Cinema Fantastico di Sitges, tra i più prestigiosi, se non il più prestigioso al mondo per il genere fantastico. Mattie Do, che scopriamo detenere molti primati in patria, presenta qui Dearest Sister (Nong Hak), un film importante per il suo Paese, rischioso, un horror che crea un nuovo genere per il Laos, e che, dopo Sitges, fa tappa a un altro festival di prima fascia, il Black Nights Film Festival di Tallin (Estonia).

 

Nomination degli Asian Film Awards 2017

I Am Not Madame Bovary (Feng Xiaogang, 2016)1.600 iscrizioni da 28 paesi e regioni per una manifestazione sempre più imponente e sempre più vicina a rappresentare “gli Oscar d’Asia” nell’immaginario collettivo. Gli Asian Film Awards ritornano a Hong Kong, dopo qualche edizione a Macao. Sarà l’Hong Kong Cultural Centre a ospitare il 18 marzo 2017 la proclamazione dei vincitori. Dando un’occhiata alle nomination, diffuse l’11 gennaio, è netta la predominanza dell’Estremo Oriente, dopo anni in cui il resto dell’Asia – specie Medio Oriente e India – erano stati fortemente rappresentati. Tra le nomination 2017 infatti solo una per l’India (attrice non protagonista) e una per l’Iran (sceneggiatura per Asghar Farhadi). Il resto è appannaggio di Giappone, Corea e Cina, con le sue declinazioni taiwanesi e hongkonghesi: poche concessioni per le altre nazioni del continente.

 

Sitges International Film Festival 2016

Sitges International Film Festival 2016Giunto alla 49a edizione, il Sitges International Film Festival è, per gli amanti del cinema asiatico di genere, una miniera quasi inesauribile per quantità, tale da sopperire a qualche problema organizzativo del festival, nonostante l’accreditamento della FIAPF tra le rassegne che contano a livello mondiale. Si pensi al rapporto con la stampa, non sempre preciso, e la mancanza di una parte sociale, come i party per gli addetti ai lavori, una componente glamour, ma necessaria nella creazione di un network professionale.

 


Page 2 of 37
Share on facebook