404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Libri Narrativa Cina, HK, Taiwan Chan Ho Kei, DUPLICE DELITTO A HONG KONG (2011)

Chan Ho Kei, DUPLICE DELITTO A HONG KONG (2011)

Wednesday, 04 July 2012 16:05 Stefano Locati Libri - Cina, HK, Taiwan
Print

duplice_delitto_a_hong_kongUn mystery agile e diretto ambientato a Hong Kong, tra Mongkok e il Western District. La scrittura nervosa e semplice di Chan Ho Kei immerge in un'indagine su un duplice omicidio avvenuto sei anni prima e dichiarato risolto da tempo. La riapertura del caso coincide con un viaggio a ritroso nella memoria di Hui Yau-yat, un detective scrupoloso che soffre di una grave forma di amnesia: per lui indagare sull'omicidio significa anche scoprire cosa gli sia successo nel mentre. Da queste coordinate in qualche modo classiche, Chan ritaglia un percorso di falsi indizi e false piste, che conducono a una serie di disvelamenti sorprendenti nel finale.

Duplice delitto a Hong Kong ha una struttura robusta e perfettamente inscritta nelle coordinate del genere: lo stile è strettamente funzionale agli incastri della trama, senza divagazioni o approfondimenti caratteriali che non siano richiesti dall'intreccio. Dialoghi e descrizioni - resi con ritmo dalla traduzione dal cinese di Riccardo Moratto - sono volutamente sintetici, prosciugati di qualsiasi orpello. A rimanere in primo piano, incontrastato, è così il mistero e le sue evoluzioni. La scelta stilistica non è però casuale, ma razionalmente comprensibile a posteriori, quando è svelato uno dei segreti principali, giustificata dal tenore dei "ricordi". A quel punto la frammentaria semplicità del dialogo interiore del protagonista, reso in prima persona, assume un'altra connotazione e diventa elemento caratterizzante. Duplice delitto a Hong Kong in effetti è anche una diffusa analisi di traumi e rimosso in chiave psicanalitica, e racconta tanto di violenza e delitti quanto dei meandri oscuri della mente, degli scherzi che può compiere nel difendersi dagli shock. Il limite intrinseco della storia è una perdita di verosimiglianza nel progressivo accumulo di coincidenze sempre meno probabili, ma il gioco di disvelamento funziona e conserva lo stesso fascino, ad esempio, di un Specchio delle mie brame di Stanley Ellin. Un romanzo veloce, immediato, in grado comunque di assumere un valore simbolico nel reificare la schizofrenia latente in una delle città più densamente popolate al mondo.
Note a margine: oltre a numerose descrizioni della vita brulicante nelle strade di Hong Kong, gustosi sono anche i riferimenti all'industria cinematografica locale. Il titolo originale (Yiwang Xingjing: The Man who Sold the World) fa riferimento a un brano di David Bowie, citato anche in esergo e discusso ampliamente nel testo, insieme a Life on Mars (canzone e serie televisiva che ne ha preso il titolo).


autore: Chan Ho Kei
casa editrice: Metropoli d'Asia, collana Narratori
anno: 2012
pagine: 216
prezzo: 14,50 euro
isbn: 9788896317327
lingua: italiano

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook