404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Libri Narrativa Giappone Kirino Natsuo, REAL WORLD (2003)

Kirino Natsuo, REAL WORLD (2003)

Saturday, 06 August 2011 13:47 Stefano Locati Libri - Giappone
Print

real_worldKirino Natsuo, nome d'arte di Hashioka Mariko, è nata nel 1951 a Kanazawa: ha iniziato a scrivere già trentenne (l'esordio è del 1984) e ha raggiunto il successo nel 1993 con il mystery Kao ni furikakaru ame (letteralmente Il viso su cui cade la pioggia), divenendo un caso editoriale nel 1997 grazie al successo di Out (tradotto in italiano come Le quattro casalinghe di Tokyo, sempre per Neri Pozza). Da allora è considerata la figura di punta della fitta trama di scrittrici di mystery giapponesi come Nonami Asa o Shibata Yoshiki, insieme probabilmente a Miyabe Miyuki - più giovane di un decennio, ma attiva nello stesso arco temporale. Come per Miyabe, la definizione di scrittrice attiva in un unico genere le sta però stretta, e Real World ne dimostra la profondità di sguardo nell'analizzare gli intimi meccanismi sociali che regolano il Giappone contemporaneo, partendo in questo caso dall'universo giovanile.

Yamanaka Toshiko, detta Hori Ninna, Kaibara Kiyomi, detta Yuzan, Higashiyama Kirari, detta Kirarin, e Terauchi Kazuko, detta Terauchi, sono quattro liceali, amiche (quasi) inseparabili, che un giorno scoprono che il figlio dei vicini di Toshiko, loro coetaneo, ha ucciso la madre con una mazza da baseball. Invece di denunciare l'accaduto alla polizia, le quattro facilitano a vario titolo la fuga del ragazzo, subito battezzato Il Vermiciattolo per il suo aspetto insinuante. In un alternarsi di capitoli in prima persona che seguono i punti di vista dei cinque adolescenti, si dipana una micro tragedia a base di solitudine, apatia, indecisione e ricerca disperata di una ragione della vita che continua comunque e sempre a sfuggire. Dal senso di inadeguatezza a una volontà astratta di vendetta, dalla pressione dell'omologazione sociale alla scoperta della propria sessualità, una radiografia al contempo laconica ed empatica di una generazione imprigionata in un sistema asfissiante e privo di baricentro. Un orizzonte in cui il troppo e l'annichilimento rischiano di collimare, come esplica il Vermiciattolo nel ripensare alla madre: «Non ne potevo più di averla sempre tra i piedi, così accondiscendente e remissiva. Visto che sei disposta a darmi tutto, perché non mi dai anche la tua vita?, mi veniva da pensare sempre più spesso.» (p. 91). Con uno stile scorrevole e intimo, perfettamente reso dalla traduzione dal giapponese di Gianluca Coci, Kirino si addentra in un territorio d'ombra evitando sia facili stereotipizzazioni che spiegazioni di comodo. Alcune sfumature dei personaggi rimangono sullo sfondo, ma l'abilità descrittiva nobilità la semplicità dell'intreccio, riuscendo a trovare una risoluzione insieme spietata e malinconica.


autore: Kirino Natsuo
casa editrice: Neri Pozza
anno: 2009
pagine: 281
prezzo: 15,50 euro
isbn: 978-88-545-0353-3
lingua: italiano

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook