404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Libri Saggi YASUJIRO OZU. SCRITTI SUL CINEMA (2016)

YASUJIRO OZU. SCRITTI SUL CINEMA (2016)

Friday, 15 July 2016 12:22 Stefano Locati Libri - Saggi
Print

Yasujiro Ozu. Scritti sul cinema (2016)Ozu Yasujiro (1903-1963), tra i più grandi registi giapponesi e della storia del cinema mondiale, ha lasciato molti scritti sul cinema e sul suo mestiere, per lo più occasionati da richieste esterne - un intervento su un giornale, un articolo per una rivista. Il merito di averli trovati, riuniti, catalogati è studiati è del critico Masasumi Tanaka (1946-2011), che in Giappone ha curato diverse raccolte in grado di gettare nuova luce interpretativa su un autore già molto studiato, in molti casi canonizzato. Scritti sul cinema, a cura di Franco Picollo e Yagi Hiromi, raccoglie e traduce una selezione di quegli scritti, tracciando un percorso toccante nella sensibilità artistica di Ozu.

Gli scritti raccolti coprono un periodo che va dal 1931 al 1962. Il criterio adottato per la scelta, come spiegano Picollo e Yagi nell'Introduzione, è quello di "privilegiare i testi che consentono al lettore italiano di meglio avvicinarsi al cinema di Ozu, alla sua personalità di regista e, in ultima istanza, alla sua umanità" (p. XX). Si tratta di materiali frammentari, ma di profondo interesse, non soltanto per i cinefili più rigorosi, ma in grado di parlare a tutti gli appassionati di cinema: Scritti sul cinema offre uno sguardo sulla sincera umanità e umiltà di Ozu, con la sua ironia sottile, l'attenzione per i dettagli, lo sguardo obliquo e non allineato sulle piccole cose del mondo. L'ordine proposto non è cronologico, bensì tematico, con una suddivisione in quattro parti - "Chiacchiere sul mio mestiere", "Qualche parola sui miei film", "Vado un attimo in guerra e torno", "Un'arte ricca di varietà", in cui Ozu racconta dalle sue prime esperienze sul set al suo rapporto con gli attori, dalle riflessioni sulla grammatica filmica alle memorie del periodo passato in Cina, durante la guerra sino-giapponese, con un insieme di lettere commoventi nella loro spoglia sincerità.
Come nota Dario Tomasi nella Prefazione, quello di Ozu è stato "un cinema votato alla sottrazione, alla riduzione del lessico filmico, all'essenzialità dello stile. Un cinema che cerca di dire di più, di giungere al cuore delle cose, con quanti meno mezzi sia possibile" (p. XI). I suoi scritti hanno la stessa impronta, racconti minimali intorno a uno o due punti cardine, un pensiero su un attore, una nota teorica, un ricordo, che - come il suo cinema - seguono la "logica del sussurro, in cui, a volte, il non detto è più importante del detto" (p. XIII). In questo senso Scritti sul cinema è una raccolta preziosa e fondamentale, necessaria per qualsiasi discorso su Ozu, sul cinema giapponese, persino sul cinema in generale: pur se in apparenza di portata limitata o legato a un avvenimento specifico, ogni scritto ha quella forza misteriosa che possiede anche il suo cinema, che sembra sempre tornare sui medesimi snodi narrativi con i medesimi stratagemmi visivi, eppure risulta sempre più profondo, sempre più cristallino nel portare alla luce ciò che ci rende umani. La scrittura di Ozu non ha la forza teorica di un Ėjzenštejn o l'acume critico di un Truffaut: offre solo il suo sguardo disincantato e rigoroso su qualcosa che conosce bene e che ama - il cinema e ciò che vi ruota intorno. In questi tempi di cinismo post tutto, leggere Scritti sul cinema è un'ottima ricetta per tornare a innamorarsi dei suoi film. E del cinema.

Il testo è corredato da un inserto fotografico e completato da bibliografia, indici dei film e dei nomi e da una filmografia completa annotata.

 

 



autore: Ozu Yasujiro, a cura di Franco Picollo e Yagi Hiromi
casa editrice: Donzelli
anno: 2016
pagine: 246
prezzo: 26,00 euro
isbn: 978-88-6843-481-6
lingua: italiano

 

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook