404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home News Notizie brevi Peripheral Film Festival 2014 dedicato al Giappone

Peripheral Film Festival 2014 dedicato al Giappone

Monday, 02 June 2014 11:09 Giampiero Raganelli News - Notizie brevi
Print

iimurawebOriginale omaggio al cinema giapponese, spaziando dal muto all’avanguardia, quello della quinta edizione del festival spagnolo (S8) Peripheral Film Festival di La Coruña che si svolgerà nella città galiziana dal 4 all’8 giugno 2014. Due sono i punti di forza del festival, l’esibizione di un benshi, in accompagnamento alla proiezione di un film muto, e una personale dedicata al regista sperimentale Iimura Takahiko.

La cerimonia d’apertura è quindi affidata al jidaigeki Jirokichi the Rat del 1931, del pioniere Ito Daisuke, protagonista la star dell’epoca Okochi Denjiro, con il commento di uno dei pochi continuatori contemporanei (in tutto si contano sulla punta delle dita di due mani) dell’arte del benshi, la figura di narratore, commentatore, doppiatore peculiare della storia del cinema nipponico. A esibirsi Sakamoto Raiko che si è formato presso la fondazione Matsuda, cui va peraltro il merito di aver preservato e restaurato il film di Ito. È la prima volta, sottolineano gli organizzatori, che un tale artista si esibisce in Spagna, mentre in Italia si ricordano spettacoli di benshi  all’Istituto di Cultura Giapponese di Roma e alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone. Più raro è che il cantastorie giapponese sia accompagnato da un musicista tradizionale, come in questo caso Yuasa Joichi allo shamisen. La proiezione sarà preceduta da una conferenza della studiosa Nieves Moreno dell’Università di Madrid.
Una via di mezzo tra il muto e lo sperimentale sarà A Page of Madness, il capolavoro di Kinugasa Teinosuke del 1926, proiettato in questo caso senza benshi, anche perché espressamente vietato dall’autore.
Iimura Takahiko, noto internazionalmente per la sua vicinanza a Yoko Ono e Jonas Mekas, è il fondatore del cinema d’avanguardia nipponico. Il pubblico del festival potrà assistere a una selezione, decisa dallo stesso autore, delle sue opere in 16mm, alla videoinstallazione As I See You, You Me e alla performance White Calligraphy, Re-Read (in 8mm). Ci sarà poi un incontro con l’autore in un Q&A condotto dall’esperto Esperanzo Collado.
Dopo Limura saranno presentate opere di altri autori dell’avanguardia nipponica. Saïto Daichi che, oltre a presentare suoi film, porterà una sua carta bianca di opere della storia del cinema sperimentale del sol levante, da Terayama Shuji, a Ito Takashi, a Matsumoto Toshio. Presenti poi altri autori di punta dell’avanguardia giapponese: Makino Takashi, Hayama Rei, Tamaki Shinkan, Koike Teruo.
Questa piccola manifestazione, che nei primi anni di vita è diventata un punto di riferimento del cinema sperimentale, adotta quest’anno il Giappone come nazione ospite rientrando nelle attività di Spain – Japan Dual Year, l’evento che festeggia i 400 anni di relazioni tra i due paesi. Risale al 1614 l’approdo sulle coste spagnole del galeone comandato dal samurai Hasekura Tsunenaga per istituire un’ambasceria. Quale miglior modo di celebrarlo, coniugando passato e presente?


sitemap
Share on facebook