403 Forbidden

Forbidden

You don't have permission to access /track on this server.

Additionally, a 403 Forbidden error was encountered while trying to use an ErrorDocument to handle the request.

You are here:   Home News Notizie brevi Asian Film Festival 10: i vincitori

Asian Film Festival 10: i vincitori

Sunday, 25 March 2012 11:13 News - Notizie brevi
Print

asian_film_festival_2012_tatsumiSi è conclusa sabato 24 marzo la decima edizione dell'Asian Film Festival, che per il secondo anno si è tenuta a Reggio Emilia. Dopo nove giorni di proiezioni, con 38 film proiettati provenienti dall'estremo Oriente, la giuria presieduta dal regista e scrittore Claudio Sestieri e composta dal critico e programmatore televisivo Alberto Farina, oltre che dal critico Roberto Silvestri, ha stabilito i vincitori del Concorso, che presentava 16 film asiatici prodotti nell'ultimo anno.

 

Miglior film è stato considerato Tatsumi, di Eric Khoo (Giappone/Singapore), "un incrocio sempre spiazzante tra biografia e romanzo. Un fumetto sul fumetto che si fa cinema senza mai rinnegare il suo linguaggio originario". Per la miglior regia è stato premiato il cinese Wang Chao di Celestial Kingdom, "per la capacità di delineare il ritratto senza pietà di una Cina invisibile, attraverso uno sguardo apparentemente gelido e distante, ma in realtà di straordinaria forza emotiva". Il premio per il miglior attore è stato assegnato a Wang Baoqiang, protagonista del cinese Mr. Tree, "per la capacità di costruire un Candide di provincia sul quale tutto sembra scivolare senza lasciare traccia e che invece sa imporsi nella sua comunità come un vero protagonista"; quale miglior attrice premiata invece la taiwanese Nikki Hsieh, protagonista di Make Up, per "una performance ammirevole, giocata tutta in sottrazione, che comunica con finezza le emozioni raggelate di una storia di verità apparenti e segreti rimossi". Opera più originale è stata infine considerata Bear It (Taiwan), di Cheng Fen Fen, "un film sorridente che, partendo da uno spunto fiabesco sviluppato con leggerezza e continua inventiva, riesce a indagare sempre più a fondo nell'anima dei suoi personaggi".
La sezione Newcomers, che presentava sei film di registi esordienti o al secondo film, giudicati da una giuria composta dai membri del Cineclub Peyote, ha scelto quale miglior film il coreano Beautiful Miss Jin di Jang Hee-chul.

sitemap
Share on facebook