404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Televisione Giappone GTO - Great Teacher Onizuka (serie tv, 1998)

GTO - Great Teacher Onizuka (serie tv, 1998)

Wednesday, 12 January 2011 00:45 Armando Rotondi Televisione - Giappone
Print

gto_dorama_0Prima ancora che nell'anime ormai di culto, del 1999-2000, GTO di Fujisawa Tōru trova un suo mirabile adattamento nell'omonimo dorama in dodici episodi trasmesso da Fuji Television e Kansai TV dal 7 luglio 1998 sino al 22 settembre dello stesso anno con un successo senza precedenti. La storia rispetta a grandi linee quella che dei primi volumi dell'opera di Fujisawa, conclusasi solo nel 2003, con il giovane Onizuka Eikichi assunto dalla direttrice in persona come insegnate titolare di una problematica classe dell'istituto superiore Seirin, dove, con i suoi modi di fare anticonformisti e particolari, si troverà ad essere più un maestro di vita che un professore.

I dorama di ambiente scolastico, come anche gli anime, hanno una lunga tradizione che va da Fly! Youths (1972) e Zelous Time (1978) sino al celeberrimo Kinpachi Sensei (1979), citato fra l'altro da Onizuka in questa serie, con prodotti di grande valore e altri di ben più modeste qualità. Il live-action di GTO si mostra, tuttavia, sin dal primo episodio un prodotto di prim'ordine, fedelissimo non tanto alla trama, quanto allo spirito del manga. E ciò lo si evince innanzitutto dalla scelta, veramente ottima, degli attori, a cominciare da Sorimachi Takashi, anche interprete della sigla d'apertura Poison, nel ruolo di Onizuka. A lui fanno da spalla attori calati nella parte e perfettamente credibili nel ricreare i personaggi usciti dalla mente del mangaka, come, prima fra tutti, Matsushima Nanako, nel ruolo della professoressa Azusa Fuyutsuki.
È ovviamente impossibile condensare in dodici ore circa il fiume di eventi e di personaggi presenti nel manga originale, ma poco importa se si è dovuto ricorrere a tagli più o meno drastici. L'importante era infatti mantenere lo spirito della serie, cosa che agli sceneggiatori Yūkawa Kazuhiko e Suga Yoshiyuki è riuscita benissimo, agendo sagacemente sulle situazioni e sui personaggi. Così alcuni di essi, anche importanti, scompaiono o vengono ridimensionati, ma di loro rimane comunque una traccia persistente che va a confluire in altri personaggi. Uehara Anko non è infatti presente nel live-action, ma molte sue caratteristiche vengono riprese da Aizawa Miyabi, la più problematica studentessa di Onizuka, che qui diviene anche la figlia della presidentessa della PTA. Anche il personaggio di Murai Kunio viene particolarmente modificato, non più amico affezionato del suo professore Onizuka, ma maggiormente legato a Miyabi. Scompare il grande compagno di sempre Danma Ryuji, che con Onizuka componeva il duo “Onibaku” di Shonan, ma il suo ruolo viene rivestito dall'altro compagno del passato, ovvero Saejima, molto più edulcorato rispetto alla serie originale. Viene dato più spazio a Nanako, presente nel manga, come anche nell'anime, soltanto all'inizio, durante il praticantato di Onizuka, per poi non ritornare più con il trasferimento del professore presso il Seirin. Qui invece Nanako diviene la prima studentessa dalla parte di Onizuka, si innamora letteralmente di lui, un po' come accade nel manga per Kanzaki Urumi, la bella bionda dal QI particolarmente elevato.
A ben guardare queste modifiche, le principali, ma non le sole (Onizuka ha, ad esempio, 26 anni, invece di 22, e non è biondo), non sono un demerito del live-action, ma anzi danno possibilità agli autori di sviluppare in maniera originale alcuni aspetti della serie, diversamente da quanto accadrà, invece, nell'anime. Nel dorama trovano spazio non solo i problemi degli studenti, ma anche quelli dei vari docenti, a partire dal vice-preside Uchiyamada, sino alla professoressa Fuyutsuki. Proprio quest'ultima evolve in maniera differente dal manga e, poi, dall'anime, con la ragazza non certa di voler continuare nell'insegnamento, ma tentata di perseguire ben altro sogno, ovvero quello di essere assistente di volo.
In GTO, guardando gli ultimi episodi, si fa chiara la denuncia della società giapponese e del sistema educativo, elemento cardine del lavoro di Fujisawa. Un finale che ha raccolto ben 35.7% di share e che è davvero all'altezza del manga, pur differenziandosi sia da quello dell'anime che da quello, molto violento, del manga. Ciò che manca al dorama è la violenza scolastica estrema, con la quale Onizuka si confronta nella serie cartacea, ma poco importa poiché lo spirito del personaggio è stato colto in pieno. Un unico rammarico vero: la mancanza del “german suplex” che Onizuka sfoggia più volte. Qui si è voluto optare per un più sobrio calcio volante.

 

paese: Giappone
emittente: Fuji Television, Kansai TV
stagione: 1
numero episodi: 12
anno (prima messa in onda): 1998
regia: Shibata Tadashi, Kazuhisa Andō
creatore: Yūkawa Kazuhiko, Suga Yoshiyuki dal manga di Fujisawa Tōru
attori: Sorimachi Takashi (Onizuka), Matsushima Nanako (Fuyutsuki), Kubozuka Yōsuke (Kikuchi), Kirari (Nanako), Shirakawa Yumi (Sakurai), Nakao Akira (Uchiyamada)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook